venerdì, Luglio 19, 2024
More

    Quartiere Praga Varsavia: storia, cosa vedere e come arrivarci

    Il quartiere Praga a Varsavia è un luogo tutto da scoprire: zona artistica e piena di locali si tratta di un piccolo universo in equilibrio tra l'alternativo, l'underground ed il brutalismo. Vieni con me e ti mostrerò una zona della capitale polacca che non tutti hanno l'onore ed il piacere di conoscere!

    Il quartiere Praga a Varsavia è una perla da scoprire. Qui puoi ammirare come appariva la capitale polacca prima del secondo conflitto mondiale.

    Allo stesso tempo, però, ti troverai di fronte uno spirito artistico difficilmente riscontrabile in altre zone d’Europa.

    Musei, ristoranti, parchi, fabbriche e murales: il quartiere Praga è questo e molto altro! E tra poco ti mostrerò tutte le indicazioni per godertelo al massimo.

    mockup ebook e bonus

    Tutto Il Meglio Di Varsavia

    5/5

    Varsavia quartiere Praga: un’introduzione

    Il quartiere Praga è situato sulla sponda orientale del fiume Vistola. Il plumbeo corso d’acqua, oltre a separarlo fisicamente dal centro storico di Varsavia, ne ha mantenuto anche l’autenticità storica, trasformando una visita al quartiere in un’esperienza unica per i turisti.

    Il nome che ricorda la capitale ceca è solo una coincidenza fonetica, in quanto la sua origine deriva dal termine polacco “prażyć“, che significa bruciare o arrostire. In ricordo della la foresta che fu rasa al suolo per fare spazio all’espansione urbana.

    Il quartiere Praga è suddivisione in due macroaree:

    • Praga Nord: in polacco Praga-Północ, viene considerato il cuore artistico del quartiere. Infatti, si tratta di un’area ricca di gallerie d’arte, teatri e mostre;
    • Praga Sud: in polacco Praga-Południe, dalle strade pittoresche, qui potrai visitare chiese ed edifici storici. Non essendo stata quasi per niente intaccata dai tragici eventi della seconda guerra mondiale, il suo aspetto non ha subito grandi cambiamenti negli ultimi 100 anni.

    Puoi raggiungere il quartiere Praga in diversi modi:

    • metro 2: scendere alla fermata “Stadion Narodowy“;
    • tram: dalla fermata della Metro 1, puoi prendere le linee 7-9-24;
    • autobus: dalla fermata della Metro 1, puoi prendere le linee 507-521.

    Ovviamente, se il clima lo permette e ne hai voglia, puoi attraversare uno dei tanti ponti a piedi o in bici ed approfittare della vista per fare qualche foto alla bellissima skyline di Varsavia.

    Varsavia quartiere Praga: la storia

    La storia del quartiere di Praga a Varsavia è intrisa di particolari affascinanti, che ne hanno plasmato l’identità ed il carattere unici.

    Come già detto poco sopra, una delle sue caratteristiche più sorprendenti è il fatto che sia una delle poche zone della città risparmiata dalla follia nazista quando alla fine della rivolta del popolo polacco, la capitale venne rasa al suolo.

    Così, mentre gran parte di Varsavia subiva devastazioni e ricostruzioni post-belliche, Praga mantenne intatta gran parte della sua architettura storica, preservando così il suo patrimonio unico.

    Tuttavia, la sua storia non è stata priva di travagli: incendi, ondate di piena ed invasioni di eserciti stranieri l’hanno distrutta diverse volte.

    Poi nel 1791, durante il regno di Stanislao II Augusto Poniatowski, Praga fu unita a livello urbanistico a Varsavia come frazione e collegata fisicamente dal primo ponte stabile che univa le due sponde del fiume.

    Da questa fusione si generò una fase di crescente integrazione culturale e economica tra le due comunità, ma allo stesso tempo Praga seppe mantenere la sua identità distintiva.

    varsavia quartiere praga

    Durante il XX secolo, Praga era una zona industriale con una considerevole povertà, abitata perlopiù da lavoratori ed operai che cercavano lavoro nelle fabbriche della zona. La presenza di una classe lavoratrice ha contribuito a creare una comunità vibrante sì, ma spesso svantaggiata.

    Tuttavia, come spesso accade, dalla precarietà sorge il genio! Così Praga si trasformò in una fucina di artisti di strada che sì guadagnavano da vivere suonando per le strade del quartiere.

    In onore di questi musicisti di strada e della loro importanza nella cultura di Praga, è stato eretto un monumento (vedi la foto sopra) che oggi testimonia la loro eredità e il ruolo che hanno svolto nell’animare il quartiere con la loro musica.

    Se vuoi visitarlo lo trovi a ul. Floriańska, raggiungibile con il bus 160 dalla fermata di DW. CENTRALNY 12.

    Fino a pochi anni fa Praga è stata spesso vista come una zona un po’ malfamata, caratterizzata da una vita notturna vivace ma talvolta controversa. Tuttavia, negli ultimi anni, il quartiere ha subito un processo di riqualificazione che ha trasformato la sua immagine.

    Tale riqualificazione ha portato ad una maggiore sicurezza, alla ristrutturazione di edifici storici e al rinnovamento di spazi pubblici, contribuendo a cambiare la percezione del quartiere.

    Quello di Praga è un racconto di resilienza e trasformazione, un mix affascinante di tradizione e cambiamento. Oggi Praga continua a evolversi, attirando visitatori con la sua autenticità, la sua storia unica e la scena culturale in costante crescita.

    Quartiere Praga Varsavia: cosa vedere

    Adesso che conosciamo la storia di questo quartiere, vediamo quali sono i luoghi più importanti da visitare!

    1. I murales di Praga

    L’anima artistica di Praga esula le convenzioni. Infatti, una delle massime e più comuni espressioni dell’essenza di questo quartiere sono i murales.

    Infatti, artisti locali e internazionali hanno contribuito con il loro estro a raccontare la cultura, la storia e l’identità del quartiere.

    Così, una volta lasciate le vie maestre ti capiterà di ammirare delle vere e proprie opere d’arte che coprono le facciate di interi edifici.

    Degno di nota è il murales ad opera di Diego Miedo, writer e street artist napoletano, che nell’ambito del progetto “This Way“, ha riportato su muro i desideri, i sogni ed i pensieri dei bambini più poveri che nel 2012 non avevano la possibilità di andare allo stadio, per seguire i match del torneo europeo di calcio.

    Se vuoi vederlo con i tuoi occhi, e dovresti, lo trovi a ul. Brzeska 14a.

    2. Lo zoo di Varsavia

    Lo Zoo di Varsavia è un luogo al quale sono affezionato particolarmente, essendo stata la prima tappa del mio primo viaggio a Varsavia nel lontano 2005. Ad oggi resta un luogo dal grande fascino.

    Fondato nel 1928, copre oltre 40 ettari. Gli animali sono trattati con enorme rispetto e grandi risorse sono spese per riprodurre le condizioni naturali necessarie a consentire una permanenza sana delle diverse specie.

    Al suo interno sono ospitati più di 5.000 esemplari appartenenti a circa 500 specie diverse provenienti da tutto il mondo: dalle tigri agli elefanti, dalle giraffe agli ippopotami. In pratica, ogni angolo del mondo è rappresentato.

    quartiere praga varsavia cosa vedere

    Bisogna dire che lo zoo di Varsavia a Praga, oltre ad essere un luogo di divertimento è anche un baluardo per la conservazione delle specie in via di estinzione. Infatti, attraverso partecipazioni attive a programmi di riproduzione in cattività, il parco contribuisce a garantire un futuro più luminoso per specie vulnerabili, mantenendo popolazioni stabili in un ambiente sicuro.

    Prima di acquistare il biglietto, ti consiglio di dare un’occhiata al sito ufficiale per tutte le informazioni del caso.

    Una piccola grande curiosità, parte della storia dello zoo, quella che copre gli anni della seconda guerra mondiale, è raccontata nel film del 2017 “La signora dello zoo di Varsavia” (The Zookeeper’s Wife).

    L’indirizzo dello zoo è il seguente: Ratuszowa 1/3 03-461. Puoi raggiungerlo tramite il bus 100, che puoi prendere alla fermata DW. CENTRALNY 12.

    3. Stadium Narodowy

    Lo Stadio Nazionale di Varsavia (in polacco Stadium Narodowe) è stato progettato come struttura chiave per ospitare gli Europei 2012 di calcio.

    Dopo gli eventi del 2012, dove l’Italia dettò l’ennesima lezione calcistica alla Germania, lo stadio ha continuato ad ospitare i match della nazionale polacca.

    Inoltre, la struttura viene utilizzata come location per concerti ad opera di artisti di calibro elevatissimo: The Rolling Stones, Coldplay, Depeche Mode e Iron Maiden sono solo alcuni degli artisti che hanno svolto concerti qui negli ultimi anni.

    In inverno, lo stadio si trasforma in una pista di pattinaggio sul ghiaccio, che ti consiglio di provare almeno una volta.

    Puoi raggiungere lo stadio con facilità tramite la Metro 2 e scendere alla fermata “Metro Stadion Narodowy“. Per maggiori informazioni sullo stadio di Varsavia leggi la nostra guida cliccando qui.

    4. Cattedrale di San Michele Arcangelo e San Floriano

    La Cattedrale di San Michele Arcangelo e San Floriano, in polacco “Katedra św. Michała Archanioła i św. Floriana w Warszawie” è una delle chiese più importanti e storiche di Varsavia.

    La cattedrale è uno dei tanti simboli dello spirito indomabile del popolo polacco. Infatti, fu eretta come segno di protesta nei confronti dell’Impero russo, che dopo gli eventi del Congresso Di Vienna aveva preso il controllo della Polonia ed eretto diverse chiese ortodosse.

    Così la cattedrale è diventato un simbolo di grande significato religioso e storico per la capitale polacca.

    La sua costruzione ebbe inizio nel XIV secolo, anche se il suo aspetto attuale è il risultato di varie ristrutturazioni e restauri successivi.

    quartiere praga a varsavia

    Infatti, durante i secoli, la cattedrale è stata testimone di numerosi eventi cruciali nella storia della Polonia come l’incoronazione di diversi sovrani polacchi, incluso Stanisław August Poniatowski, l’ultimo re della Polonia, nel XVIII secolo.

    Nel XIX secolo, la cattedrale subì importanti lavori di restauro, che le conferirono l’aspetto neogotico che possiamo ammirare oggi.

    La facciata e l’interno della chiesa sono imponenti, con dettagli architettonici ed opere d’arte sacra che raccontano la storia religiosa e culturale della Polonia. Oggi, la Cattedrale di San Michele Arcangelo e San Floriano è un importante luogo di culto per i fedeli.

    La sua storia ricca e il suo patrimonio artistico ne fanno una tappa imprescindibile per coloro che desiderano esplorare la cultura e la religione polacca nella capitale. Se ne hai la possibilità ti consiglio di salire in cima ad una delle due torri che misurano ben 75 metri.

    L’indirizzo è Floriańska 3. Puoi raggiungere la cattedrale prendendo il bus 160 dalla fermata DW. CENTRALNY 12, vicino Metro Centrum e scendere a PARK PRASKI 02.

    5. Bazar Różyckiego

    Il Bazar Różyckiego, noto anche come Bazar Różycki, è stato parte integrante della vita e della cultura di Praga per molti anni ed è un luogo che attrae ancora oggi tanto i residenti quanto i turisti.

    La storia del Bazar Różyckiego risale alla fine del XIX secolo, quando fu fondato da Stanisław Różycki, un commerciante ed uomo d’affari locale.

    Il mercato ha attraversato molte fasi della storia della Polonia, comprese le due guerre mondiali e il periodo del comunismo, ma nonostante le sfide è rimasto un punto di riferimento in Praga, mantenendo sempre la sua autenticità e il suo carattere unico.

    Ad oggi il mercato è ancora attivo ed offre una vasta gamma di prodotti, dai generi alimentari ai beni di consumo, con una particolare enfasi sulla cucina tradizionale polacca. Visitandolo potrai trovare bancarelle di frutta e verdura fresche, carne, pesce, formaggi, fiori, abbigliamento, oggetti d’antiquariato e molto altro ancora.

    Ne parliamo anche nel nostro ebook “Tutto Il Meglio di Varsavia“.

    Se cerchi qualcosa che rappresenti lo spirito polacco di un tempo e vuoi scoprire, anzi assaggiarne i sapori tradizionali, questo è il luogo ideale.

    Spesso e volentieri le bancarelle sono gestite da venditori che lavorano lì da generazioni, trasmettendo le loro tradizioni e la loro conoscenza ai visitatori. Camminando per i vicoli del mercato, potrai percepire il fascino del passato e assaporare la vita quotidiana di Praga.

    Se poi capiti lì a dicembre ci saranno i mercatini natalizi, mentre durante il resto dell’anno si susseguono festival gastronomici e spettacoli culturali. Questi eventi offrono un’opportunità ancora migliore per scoprire la cultura di Praga e per assaporare le prelibatezze locali.

    Concludendo, il Bazar Różyckiego è un tesoro nascosto nel cuore di Praga che offre un’esperienza autentica. Un luogo che riflette la ricca eredità di questo quartiere e che continua a essere un punto di riferimento per la comunità locale.

    Assolutamente da non perdere. Lo trovi a ul. Targowa 54. Per raggiungerlo devi prendere la linea 2 della metro e scendere alla fermata “Wileński“, da lì sono 5 minuti a piedi!

    6. Koneser Centrum Praskie

    Koneser Centrum Praskie è un’altra affascinante oasi culturale e gastronomica situata nel cuore del quartiere di Praga.

    Questo complesso restaurato con maestria, un tempo sede della distilleria di vodka Koneser, offre una miscela unica di storia e modernità. Gli edifici storici si mescolano con gli spazi contemporanei, creando un’atmosfera tradizionale e cosmopolita allo stesso tempo.

    Tra gallerie d’arte, ristoranti di alta classe, eventi culturali ed esibizioni dal vivo avrai la sicurezza di trovare qualcosa che attiri la tua curiosità.

    La ex fabbrica di vodka Kosener ospita, manco a dirlo, il Museo Della Vodka Polacca (qui trovi i biglietti per l’ingresso) dove imparerai tutto quello che devi sapere sulla produzione di questa bevanda e sulla sua storia. Inoltre, alla fine della visita, potrai gustarti 3 shot!

    Quartiere Praga Varsavia: dove mangiare

    Chiudiamo la nostra guida sul quartiere Praga a Varsavia con alcuni consigli su dove andare a mangiare. Del resto, si sa: anche lo stomaco vuole la sua parte!

    Ecco la lista di alcuni dei migliori ristoranti a Praga:

    • Skamiejka – cucina polacca – ul. Zabkowska 37;
    • Ferment Praski – cucina polacca ed internazionale – Plac Konesera 10A;
    • Mucha Nie Siada – cucina europea – Zabkowska 38;
    • Koneser Grill – carne grigliata – Ząbkowska 29;
    • Koneser Bar – aperitivo – Plac Konesera 1.
    5/5 - (3 votes)
    Daniele
    Daniele
    Sono Daniele, napoletano a Varsavia con una bruciante passione per questa città. Come copywriter di "Polonia Da Vivere", sono qui per condurti attraverso l'incanto e l'oscurità della misteriosa terra polacca. Preparati ad esplorare luoghi infestati da leggende e a gustare il brivido di antiche tradizioni. Unisciti a me in questo viaggio tra grattacieli moderni, foreste inesplorate e fiumi di birra. Sei pronto per questa avventura?

    Latest Posts

    spot_img

    DA LEGGERE